Blogging e Politica

Secondo le parole di Dave Winer, storico pioniere del blogging, esperto di software e acuto commentatore politico statunitense, in sostanza esistono due tipi di persone: (semplificando) quelle che parlano e quelle che stanno zitte. I blogger dovrebbero appartenere, in forma magari un tantino più cronicizzata, alla prima. Io, come Dave, sono un blogger. Peraltro, un blogger che spesso, purtroppo, parla di politica (pur essendo io un artista che spesso sarebbe molto più incline a parlare di arte).

Da questo punto di vista, trovo la cosa estremamente curiosa. La politica sembra essere una cosa che piace a pochi, eppure se ne parla sempre a inizio telegiornale. Come mai? Perché viene percepita come così importante? Non direi. L’astensionismo alle stelle sembrerebbe dimostrare l’esatto contrario.

In questo senso, ho sviluppato una teoria personale, secondo la quale la politica piace, o comunque viene seguita, perché è conflittuale, becera, bassa, fatta di abusi dall’alto e di conseguente indignazione dal basso. Insomma, variazioni sul tema del piove governo ladro.

Eppure, nel suo essere potenzialmente un sistema di rapporti con tutta la società civile, la politica, a pensarci un attimo, dovrebbe essere l’opposto: un campo creativo, aperto, multiforme e relazionalmente pregevole. Certo, i rapporti di forza esistono, e con essi i contrasti. Ma c’è solo questo? Non direi. La società è capace di grandi ed efficaci forme di collaborazione.

In questo senso, un’implicita campagna culturale che sto altrettanto implicitamente portando avanti è appunto questa: Sdoganare la politica promuovendo la sua miscibilità col meglio, e non col peggio dell’essere umano.

Per farlo, il metodo è solo uno: parlare. Come dice Dave Winer.

Pubblicato da The Start Circle

Professionista in ambito musicale, formativo e organizzativo culturale, vive e lavora a Vicenza. Collabora con numerosi enti per organizzare progetti ed eventi tra Vicenza e Padova.

2 pensieri riguardo “Blogging e Politica

  1. Bene. Per incominciare si dovrebbe trovare dei fatti positivi della politica. Poi si dovrebbe scriverne e parlarne. Mica facile! Chissà perché la politica mi ricorda il torrone: duro e dolce. Tutti o quasi lo vogliono ma non tutti riescono a masticarlo. La politica è dolce quando produce qualche risultato con leggi poi applicate..

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: